//Se gli alimenti ricchi di fibre non bastano, ti aiuta Più Regolare!

Se gli alimenti ricchi di fibre non bastano, ti aiuta Più Regolare!

Sembra quasi scontato asserire che una dieta equilibrata dovrebbe prevedere circa 20-30 grammi di fibre al giorno. Tuttavia riteniamo opportuno ribadire il concetto, visto che proprio le fibre alimentari sono indispensabili per il nostro organismo dal momento che svolgono un ruolo essenziale nella regolazione del processo digestivo. In ogni caso, qualora gli alimenti ricchi di fibre non risultassero sufficienti, è possibile integrare la propria dieta con l’integratore alimentare Più Regolare di Naturecare, un prodotto che rappresenta un ottimo ausilio per l’intestino.

Le fibre alimentari

Il termine generico fibre alimentari indica un gruppo di sostanze che costituiscono la struttura di sostegno dei vegetali. Esse comprendono:

– la cellulosa;
– l’emicellulosa;
– la lignina;
– la pectina.

Dette fibre non vengono assimilate dall’organismo umano, il quale non possiede gli enzimi indispensabili per digerirle; esse, pertanto, non forniscono calorie. Come già accennato sopra, queste sostanze risultano comunque indispensabili per il ruolo che assumono durante la digestione.
È importante precisare che tra gli alimenti ricchi di fibre abbiamo:

– i cereali integrali;
– i legumi;
– la frutta;
– la verdura.

Processo digestivo

Gli alimenti ricchi di fibre sono dunque essenziali nel processo digestivo. Cerchiamo di capire meglio il perché.
Come è noto il processo digestivo inizia nella bocca. Le fibre alimentari necessitano però di tempi di masticazione un po’ più lunghi. A giovarne sarà la circolazione sanguigna delle gengive.

Inoltre, grazie alla masticazione prolungata aumenterà anche la secrezione salivare. Un passaggio, quest’ultimo, che aiuterà il nostro organismo a prevenire la carie dentale. Una volta nello stomaco, le fibre avranno l’importante compito di aumentare la secrezione di succhi gastrici; con il loro aumento le insufficienze digestive risulteranno notevolmente avvantaggiate. Arrivate nell’intestino, le fibre regoleranno l’assorbimento di alcuni principi nutritivi. Tra questi il colesterolo e i carboidrati, di cui verrà limitata l’immissione nel circolo sanguigno aiutando così a prevenire il diabete e le malattie cardiovascolari. Inoltre, attraverso la stimolazione della peristalsi intestinale, le fibre favoriranno l’eliminazione delle scorie e contribuiranno allo sviluppo di una flora batterica ottimale.
Alcune volte la dose di alimenti ricchi di fibre assunta quotidianamente non risulta sufficiente al transito intestinale. In casi come questi è possibile coadiuvare la nostra dieta con l’aiuto di buon integratore alimentare. Tra le numerose proposte presenti nel mercato, Più Regolare di Naturecare rappresenta la risposta ottimale per ristabilire la regolarità dell’intestino.

Perché scegliere Più Regolare

Più Regolare è un prodotto concentrato che racchiude ben tre azioni in una. La speciale formula di questo integratore è realizzata con l’impiego di 9 piante che in sinergia aiutano il nostro organismo a ritrovare la sua regolarità intestinale, a digerire nel migliore dei modi e a eliminare i gas.
L’integratore Naturecare è al 100% naturale e può essere assunto dai soggetti intolleranti al lattosio, dai celiaci e da chi ha scelto un regime alimentare vegano.
Più Regolare, inoltre, rispetta rigidamente la normativa emanata del Ministero della Salute. Le piante impiegate per la sua realizzazione (la senna, l’aloe, la frangula. il rabarbaro, la cascara, l’anice verde, la camomilla, il finocchio e la genziana) sono tutte ritenute sicure dal Ministero della Salute.
Naturalmente, così come tutti gli integratori alimentari sul mercato, anche Più Regolare deve essere assunto nell’ambito di uno stile di vita sano ed equilibrato.
A seconda dell’esigenza se ne possono assumere a da 1 a 4 pastiglie al giorno. Per capire qual è il dosaggio giusto per il proprio organismo la prima sera è consigliabile assumere solamente 1 pastiglia, quindi aumentare di 1 pastiglia le sere seguenti fino ad arrivare un massimo di 4. Chiaramente se si ottengono i risultati desiderati con 1, 2 o 3 pastiglie il dosaggio non deve essere affatto aumentato.

2017-07-04T14:16:21+00:00